giovedì 2 agosto 2012

Origine del nome Molfetta a cura di Mariella Nanna


In origine la città di Molfetta si chiamava Melfi (nelle fonti si parla di locus Melfi Melphium ). Respasarebbe, secondo alcuni studiosi, il nome della città in epoca romana, derivante dalla contrazione della parola latina Respublica ; secondo altri, più che denominazione della località, si riferirebbe alla forma di governo autonoma e repubblicana data dai Romani alla città. Sulla tavolaPeutingeriana (mappa in pergamena di tutte le strade dell'Impero Romano), compilata nel 230 d.C., non compare il nome di Melfi, né quello di Respa, citato, quest'ultimo, per la prima volta sull'itinerario Antonino, compilato dopo il 337 d.C.

Il nome “Melfi” è attestato per la prima volta su una pergamena del 925, intorno alla quale nel 1874 scoppiò un'aspra polemica tra l'avvocato Vito Fontana e i padri Michele Morcaldi, Mauro Schiani e Silvano De Stefano. Il Fontana, insieme allo storico Luigi Volpicella, riteneva che la pergamena in questione si riferisse a Molfetta contro gli altri che invece pensavano si riferisse a Melfi, cittadina della Lucania.

A sostegno della tesi del Fontana, ci sono altri documenti di rito longobardo del 965 e del 1027, in cui Melfi sta ad indicare Molfetta. Nei documenti successivi a questi Melfi è sostituita da Melficta ,Melficte Melphicte Melfictum Melphictum . Il Carabellese ne ha spiegato il passaggio facendo riferimento alla fonetica e alla linguistica: al nome Melfi, indeclinabile, si sarebbe aggiunto in un secondo momento il suffisso –cta, ottenendo così una forma aggettivale nominale femminile (Melfi-cta), poi sostituita dalla forma nominale neutra (Melfi-ctum).
Per quanto riguarda la spiegazione etimologica del nome Molfetta, del tutto arbitraria e priva di fondamento storico è quella secondo cui Melficta Melfictum significherebbe “fatta di miele” o “pianta di mele” per la dolcezza del clima e la piacevolezza del territorio.

Nessun commento: